home page
 
Collaborazioni

Ocula.it pubblica saggi di ricerca semiotica, in particolare applicata alla comunicazione e alla cultura, è aperta al dialogo con altri campi di ricerca e accoglie contributi che provengono da ogni ambito delle scienze umane e sociali.
La gestione editoriale di Ocula è svolta dalla Redazione, che nomina un Coordinatore con funzioni di direzione. La Redazione sceglie i curatori dei numeri tematici tra i propri membri ed esperti dei temi di volta in volta proposti (guest editors) e gestisce le diverse iniziative editoriali e culturali che fanno capo a Ocula. Il Comitato scientifico internazionale è garante della qualità scientifica della testata. I revisori sono individuati dai curatori con il supporto della redazione tra gli esperti dei temi di volta in volta trattati.

Per maggiori informazioni sull’organizzazione e la proprietà di Ocula vedi Chi siamo


Le sezioni di Ocula

Sezioni presenti su Ocula e i metodi di selezione:

- Numeri tematici: double blind peer review (revisione paritaria a doppio cieco). I curatori scelgono i revisori e sono responsabili del processo di valutazione e pubblicazione.
- Numeri tematici a invito: open peer review (revisione paritaria aperta). La Redazione o i curatori invitano studiosi di provata competenza a contribuire. I testi sono sottoposti a una valutazione da parte dei curatori e/o della Redazione.
- Flux Saggi: double blind peer review. Il Coordinatore sceglie i revisori e la Redazione è responsabile del processo di valutazione e di pubblicazione.
- Flux College: internal open review (revisione aperta interna). La Redazione valuta internamente i testi proposti, che devono essere scritti da studenti e proposti da un docente, ed è responsabile della valutazione e pubblicazione.
- Documenti: materiali raccolti ed editati a cura della Redazione.
- Contrappunti: recensioni e segnalazioni. A cura della Redazione.
- Augenblick: blog riservato agli interventi dei redattori e di guest bloggers.

Le lingue accettate da Ocula sono italiano, francese, inglese e spagnolo. Le lingue dei numeri tematici possono essere più limitate e sono indicate dai curatori nel call for papers.


La procedura di revisione e il codice etico

La double blind peer review adottata da Ocula segue le regole scientifiche internazionali. Ogni articolo è sottoposto alla valutazione di due esperti che non conoscono il nome dell’autore e che vengono scelti evitando che siano affiliati alla sua stessa istituzione. A sua volta l’autore non conosce i nomi dei valutatori. I due revisori potranno approvarlo, rifiutarlo oppure chiedere all’autore di apportare modifiche per la pubblicazione. Nel caso di valutazioni opposte ed equivalenti, i curatori possono decidere di sottoporre il contributo a un terzo revisore (umpire) scelto sempre con differente affiliazione dall'autore, oppure richiedergli loro stessi le modifiche ritenute necessarie alla pubblicazione. Se i contributi sono in lingua diversa dall’italiano, vengono sottoposti a una valutazione di qualità linguistica. Gli eventuali cambiamenti richiesti sono requisiti necessari per la pubblicazione.

Durante tutta la procedura di peer review, Autori, Revisori e Redattori dovranno attenersi alle norme comprese nel Codice Etico della rivista.

Se non diversamente indicato, tutti i testi pubblicati a partire da dicembre 2009 nelle sezioni Numeri tematici e Flux Saggi sono stati valutati con la procedura di double blind peer review.

Ogni saggio accettato sarà pubblicato entro 52 settimane dalla sua proposta.


Comunicazione e invio dei contributi per i numeri tematici

I numeri tematici in preparazione verranno annunciati attraverso i call for papers pubblicati in Home Page e inviati via mail ai collaboratori di Ocula e ai lettori della pagina Facebook.
Gli abstract e gli articoli devono essere inviati a ognuno degli curatori del numero. L’autore deve comunicare i propri recapiti per poter essere contattato.


Comunicazione e invio dei contributi per i saggi di Flux

Un autore può proporre a Ocula anche un singolo saggio di argomento diverso da quello proposto nei numeri tematici. In questo caso il contributo deve essere spedito alla Redazione redazione [at] ocula.it: sarà valutato secondo i criteri del double blind peer review e andrà a comporre la sezione Flux Saggi della rivista. È gradito, anche se non obbligatorio, per questa sezione l’invio di un abstract, allo scopo di valutare la coerenza della proposta con le scelte editoriali della rivista.


Norme per la redazione del testo

Ocula è organizzata su base volontaria. I membri della Redazione, i curatori e i revisori prestano la loro opera gratuitamente. Perciò si chiede agli autori di rendere la versione finale del loro testo quanto più vicina possibile al formato di pubblicazione di Ocula, in modo da aiutare il lavoro del gruppo.

I testi devono essere in una forma che l’autore ritiene definitiva, sia per i contenuti sia per la formattazione e l’ortografia.

Per le istruzioni riguardanti le Norme Generali da seguire nella scrittura dei testi clic qui (file in formato pdf).

Per consultare in sintesi le istruzioni da usare nella formattazione dei testi clic qui (file in formato pdf)
Per scaricare i template da usare nella scrittura dei testi clic qui (2 file in formato MS Word in una cartella compressa in formato zip)

Si accettano video da pubblicare solo nei formati: mpeg, avi, wmv, mov. I file audio si accettano in formato mp3.


Costi di pubblicazione e APC

Ocula non prevede, per gli autori, costi di sottomissione degli articoli, di peer review e di editing (APC). Ocula è quindi una rivista Open Content.


Originalità e diritto d’autore

Ocula accetta solo testi inediti e originali per le sezioni sottoposte alla peer review.
Testi già pubblicati possono essere proposti direttamente alla Redazione, allegando gli estremi della pubblicazione e relativa liberatoria da parte del precedente editore, liberando contestualmente Ocula da ogni vincolo contrattuale eventualmente in atto.

Ocula non si riserva alcun diritto d’autore né stipula contratti di edizione.
L’Autore dei testi deve attenersi alle norme del Codice Etico della rivista.


Rivista Open Access

Ocula è una rivista Open Access, aderisce alla Budapest Open Access Initiative (BOAI) e quindi permette ai lettori di leggere, scaricare, copiare, distribuire, stampare, ricercare, linkare la versione full text dei suoi articoli e consente infine ai suoi lettori di usarli nei limiti previsti dalla legge.

Se non diversamente indicato, i contenuti di Ocula sono pubblicati sotto licenza Creative Commons (BY-NC-ND)




 
 
Ocula.it pubblica saggi di ricerca semiotica, in particolare applicata alla comunicazione e alla cultura, è aperta al dialogo con altri campi di ricerca e accoglie contributi che provengono da ogni ambito delle scienze umane e sociali.

Puoi contribuire alle nostre attività con una donazione compiuta in modo sicuro via carta di credito o PayPal



ISSN 1724-7810   |   DOI: 10.12977/ocula

Ocula aderisce ai prinicpi della Budapest Open Access Initiative (BOAI)

Ocula è indicizzato da Directory Open Access Journal (DOAJ) e Google Scholar

I contenuti di questo sito sono rilasciati secondo la formula di licenza Creative Commons (BY-NC-ND) 

  |  Privacy  |  Ocula.it è pubblicato da Associazione Ocula, via Berti 2, 40131 - Bologna