home page
 
Ocula 3 Vol. 4  |  February 2003   |  < >
 
  

 
Ocula 3


Questo numero si apre con un intervento di Antonio Paolo nel dibattito sui contributi che la semiotica può offrire alla produzione di testi. Nel suo articolo Paolo discute la critica che Francesco Galofaro ha mosso nel numero due di Ocula al volume di Giulia Ceriani Marketing Moving e propone una serie di utili esemplificazioni su come il semiotico possa coadiuvare le varie attività di una agenzia che operi nell’ambito della comunicazione, del marketing e della pubblicità. L'articolo prende le sue mosse dall'esperienza diretta di partecipazione alle routine produttive di un'agenzia e prospetta una articolata esposizione dei ruoli e delle modalità di intervento del semiologo durante tutte le fasi progettuali di una campagna pubblicitaria. Le puntuali osservazioni di Paolo hanno il merito di condurre la discussione verso una più circostanziata analisi del tema, almeno per quanto riguarda un ambito applicativo caratterizzato da procedure e routine produttive molto stabili, come quelle delle agenzie di comunicazione. Ma sarebbe interessante indagare l'utilità della semiotica anche in altri ambiti semiurgici.
Nel secondo articolo Francesco Galofaro affronta invece il tema delle modalità di significazione e interazione dei nuovi media concentrandosi sul dominio dei games interattivi per internet, e più specificamente di quei sistemi in cui gli utenti si trovano ad operare nella simulazione di spazi tridimensionali. E' l'occasione per mettere alla prova alcune delle proposte teoriche e metodologiche per l'analisi degli ipermedia emerse nel corso di un workshop su Semiotica e nuovi media tenutosi recentemente a San Marino.
La comunicazione visiva delle banconote europee è invece il tema del terzo articolo. Qui Pier Pietro Brunelli ci offre una serie di interessanti considerazioni sulla complessa e sofisticata grafica delle nuove banconote europee. La colorata cartamoneta è rivolta a veicolare una molteplicità di aspetti, tutti connessi al significato e al valore della costituenda unione politica di cui sembrano voler figurare i sogni e le aspettattive. Ma lo sguardo arguto di Brunelli individua qualcosa di essenziale, che sembra rimanere fuori.
Sul tema dell'uso delle nuova moneta segnaliamo inoltre,il saggio di Giampaolo Proni Perché usiamo l'euro e parliamo in lire? che ci propone un'applicazione linguistica della teoria dell'interpretazione per spiegarci perché, pur sapendo sempre meglio quanto vale l'euro, abbiamo difficoltà a 'parlare' e capire nella nuova valuta.
Michela Deni, l'autrice del quarto articolo, mette infine in luce la valenza mitologica assunta dalla città di Verona in quanto palcoscenico della tragedia amorosa di Romeo e Giulietta. Deni, per giungere ad individuare come la tragedia abbia determinato la singolare fama della città, ci fa visitare con felice sintesi analitica i luoghi salienti della tragedia così come essi risultano in due significative trasposizioni cinematografiche.
Contributors to this Issue: Pier Pietro Brunelli, Michela Deni, Francesco Galofaro, Antonio Paolo.
in italian  
Rapporti tra semiotica e creatività nel lavoro di agenzia: possibili risvolti professionali di una lettura "pratica" di Marketing Moving di Giulia Ceriani.
in italian  
Questo articolo affronta molti dei problemi sollevati alla scuola estiva di San Marino tenutasi in settembre 2002, il cui tema era Semiotica e Nuovi Media. L'obiettivo è quello di testare alcune delle proposte teoriche e metodologiche per l’analisi degli ipertesti, proposte nelle r |... ⇲
in italian  
Quando nasce una nuova cartamoneta l’arte e la tecnica grafica sono chiamate a confrontarsi con la storia e l’evoluzione dei popoli. Le nuove ‘eurobanconote’ dunque, non sono solo una innovazione economica, ma anche una forma di comunicazione visiva che esprime una grande complessi |... ⇲
in italian  
La valenza mitologica dei luoghi della tragredia amorosa di Romeo e Giulietta così come risulta dalle interpretazioni cinematrografiche di Zeffirelli e Luhrmann



 
 
Ocula.it publishes articles and essays in semiotic research, with a particular eye on communication and culture; it is open to dialogue with other research fields and welcomes contributions from all the areas of the social and human sciences.

You can support our initiative by donating in a safe way using PayPal or your credit card



ISSN 1724-7810   |   DOI: 10.12977/ocula

Ocula adheres to the principles of Budapest Open Access Initiative (BOAI)

Ocula is indexed by Directory Open Access Journal (DOAJ) and Google Scholar

The content on this site is licensed under Creative Commons (BY-NC-ND) 

  |  Privacy  |  Ocula.it is published by Associazione Ocula, via Berti 2, 40131 - Bologna