Chi siamo Indice Numeri tematici Flux Documenti contrAppunti  
Cerca:   Search


Autori



Di seguito sono elencati nomi e profili degli autori che hanno contribuito a Ocula.

ATTENZIONE! Come misura anti-spamming negli indirizzi email la "@" è stata sostituita con il grafema "(;-)" Prima di spedire una email occorre quindi effettuare la necessaria sostituzione segnica.

Hanno collaborato alla rivista: Daniele Barbieri, Nello Barile, Tiziana Barone, Claudio A. Barzaghi, Mirko Benedetti, Marco Benoît Carbone, Andrea Bernardelli, Anne Beyaert-Geslin, Cinzia Bianchi, Nicola Bigi, Marianna Boero, Federico Boni, Giorgio Borrelli, Pier Pietro Brunelli, Gabriele Buzzi, Nicola Cappelletti, Stefano Carlucci, Geane Carvalho Alzamora, Vander Casaqui, Cinzia Castagnaro, Alessandro Catania, Andrea Catellani, Maria Catricalà, Pierluigi Cervelli, Giulia Cesarini Argiroffo, Mara Cinquepalmi, Elena Codeluppi, Dario Compagno, Giorgio Coratelli, Giovanna Cosenza, Marcel Danesi, Valerio De Michele, Cristina Demaria, Michela Deni, Lorenzo Denicolai, Lorenza Di Francesco, Walter Di Martino, Eleonora Diamanti, Maria Giulia Dondero, Nicola Dusi, Emanuele Fadda, Elena Falco, Mauro Ferraresi, Beatrice Ferrario, Giacomo Festi, Jean Fisette, Virginia Fiume, Giovanna Franci, Luca Frattura, Riccardo Fusaroli, Francesco Galofaro, Davide Gasperi, Claudia Gianelli, Elena Giliberti, Nicoletta Giusti, Carlos González Pérez, Elena Granata, Claudia Graziani, Cristina Greco, Valentina Imperi, Simona Ironico, Tony Jappy, Anne Ketola, Bernard Lamizet, Anna Lazzarini, Ilaria Leccardi, Massimo Leone, Elena Lorenzetto, Edoardo Lucatti, Antonio Magrì, Valentina Manchia, Maria Antonia Manetta, Anna Manzato, Lidia K. C. Manzo, Luca Marchetti, Toni Marino, Gianfranco Marrone, Michele Martini, Lella Mascio, Francesco Mazzucchelli, Agata Meneghelli, Tiziana Migliore, Valentina Miraglia, Marco Mondino, Fernanda Moneta, Federico Montanari, María de los Angeles Montes, Gabriele Monti, Maria Giuseppina Muzzarelli, Mario Neve, Redazione Ocula, Maristella Panepinto, Mario Panico, Daniela Panosetti, Antonio Paolo, Silvia Pastorino, Roberto Pellerey, Giulia Perani, Isabella Pezzini, Emiliano Pintori, Elena Pirazzoli, Ilaria Pironti, Valentina Pisanty, Marco Pondrelli, Maria Pia Pozzato, Giampaolo Proni, Ruggero Ragonese, Renira Rampazzo Gambarato, Damiano Razzoli, Sara Saleri, Gino Scatasta, Valeria Scavone, Caterina Schiavon, Simona Segre Reinach, Daria Sitkareva, Elisa Soncini, Paolo Sorrentino, Lucio Spaziante, Marco Teti, Julian Thiburce, Elisa Tosi Brandi, Stefano Traini, Greta Travagliati, Matteo Treleani, Amedeo Trezza, Simone Tronconi, Fabrizio Trotti, Marta Valenti, William Vastarella, Christelle Verger de Oliveira, François Emmanuel Vigneau, Chiara Vigo, Anna Milena Vinci, Silvia Viti, Alexandra Volegova, Ugo Volli, Roberto Zancan, Andrea Zannin, Salvatore Zingale, Alessandro Zinna, Cristina Zorzella Cappi


 Daniele Barbieri

studioso di semiotica e teoria della comunicazione, progettista multimediale, docente. Laureato in Filosofia e Dottore di ricerca in Semiotica presso l’Università di Bologna, ha come principale interesse la comunicazione visiva, con particolare riguardo per il fumetto e per il graphic design.
web: http://www.danielebarbieri.it/

[top]
 Nello Barile

dottore di ricerca in Scienze della comunicazione, ricerca avanzata, gestione delle risorse e processi formativi. È docente presso presso la Campus University of Malta di Roma, lo IED di Roma, l’Università “La Sapienza” di Roma. E lo IULM di Milano. Ha curato con Alberto Abruzzese il volume “Communifashion. Sulla moda, della comunicazione” (2001) ed è autore di “Fenomenologia del consumo globale” (2004). Per Meltemi ha pubblicato il secondo volume del “Manuale di comunicazione, sociologia e cultura della moda” dedicato al tema “Moda e stili" (2005).
email: nello.barile(;-)uniroma1.it

[top]
 Tiziana Barone

collabora con il LARS, (Laboratorio Romano di Semiotica, diretto da Isabella Pezzini) e con la Cattedra di Semiotica del Dipartimento Coris dell’Università La Sapienza di Roma, presso cui svolge attività di insegnamento e di ricerca (dottorato di ricerca in Semiotica e Comunicazione).
email: tiziana_barone(;-)alice.it

[top]
 Claudio A. Barzaghi

laureato in Lettere Moderne all’Università di Venezia, diplomato in “Opinione Pubblica” presso l’Istituto di scienze della comunicazione sociale Nicolò Rezzara di Vicenza, e ha conseguito il master in “Comunicazione” all’Università di San Marino. Lavora nel campo della pubblicità dal 1985, e dal 1992 è marketing sparring-partner. Ha curato qualche mostra, scritto presentazioni per artisti "bisognosi" e pubblicato articoli su Ocula, Storia dell'Arte e Stile Arte.
email: cetpari(;-)libero.it

[top]
 Mirko Benedetti

Primo ricercatore presso ISTAT, Roma.
email: mibenede(;-)istat.it

[top]
 Marco Benoît Carbone

pubblicista, critico musicale e del gioco elettronico, si è laureando in Scienze della Comunicazione a Bologna con una specializzazione in Comunicazioni di Massa. Si occupa di semiotica dei nuovi media, di critica della cultura di massa, di pratiche ludiche nell'era della digitalizzazione. Collabora con riviste specializzate online e cartacee, tra cui Onda Rock, Multiplayer.it, The First Place, Lettere Meridiane, Noema, Giocare con il Cellulare. Ha pubblicato ricerche sulla semiotica del gioco elettronico e fondato l'associazione culturale 'Ludica'.
email: marcobenoit(;-)marcobenoit.net

[top]
 Andrea Bernardelli

Andrea Bernardelli insegna semiotica all'Università di Perugia. Ha pubblicato, di recente, "Semiotica. Storia, teorie, e metodi" (con E. Grillo, Roma, Carocci, 2014), e "Che cos'è l'intertestualità" (Roma, Carocci, 2013), sono in corso di pubblicazione i volumi "Cattivi seriali. Personaggi atipici nella serialità televisiva contemporanea" (Roma, Carocci, 2017) e "Che cos’é una serie televisiva" (con G. Grignaffini, Roma, Carocci, 2017).
email: andrea.bernardelli(;-)unipg.it

[top]
 Anne Beyaert-Geslin

enseigne la sémiotique de l’image et des médias à l’université de Limoges. Elle a co-dirigé le séminaire de recherche sur le visuel de l’IUF de Paris et dirigé, en 2003-2004, les journées d’étude en sémiotique visuelle «Objets et parcours»
email: anne.beyaert(;-)free.fr

[top]
 Cinzia Bianchi

ricercatrice di semiotica presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell'Economia dell'Università di Modena e Reggio Emilia. Ha lavorato presso diverse università italiane (Bologna, Milano-IULM, Università Statale di Milano). Oltre a numerosi saggi riguardanti la semiotica e la cultura di massa, ha pubblicato "Su Ferruccio-Rossi-Landi" (ESI, 1995), "Spot: analisi semiotica dell'audiovisivo pubblicitario" (Carocci, 2005), (con altri) "Spettri del potere" (Meltemi, 2002) e "L'annuncio pubblicitario" (Carocci, 2013). Ha curato un numero della rivista internazionale "Semiotica" dedicato al pensiero di Umberto Eco (vol. 2015, issue 206).
email: cinzia.bianchi(;-)unimore.it
web: http://www.cinziabianchi.it

[top]
 Nicola Bigi

dottore di ricerca in Semiotica presso l’Università di Bologna (XX ciclo). La tesi di dottorato verte sulle problematiche legate al rapporto fra etnografia e semiotica, applicata al caso delle risorse umane. Si occupa anche di semiotica e marketing con particolare attenzione al settore cinematografico. Collabora con alcune agenzie di Bologna per portare avanti il progetto sull'etica d'impresa e con Giovanni Lindo Ferretti per il festival Confusion.
email: nicola.bigi(;-)unimore.it

[top]
 Marianna Boero

laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Teramo con la tesi in Semiotica dal titolo “Il linguaggio del consumo nelle strategie pubblicitarie” (relatore: prof. Stefano Traini). Iscritta per l’A.A. 2004/05 al secondo anno del Corso di Laurea Specialistica in Pubblicità e comunicazione d’impresa presso l’Università degli Studi di Teramo.
email: marianna.boero(;-)tunite.it

[top]
 Federico Boni

insegna Sociologia della Comunicazione all’Università degli Studi di Milano. Tra i suoi volumi: “Teorie dei media” (Mulino 2006), “Sociologia della comunicazione interpersonale” (Laterza 2007), “Il superleader. Fenomenologia mediatica di Silvio Berlusconi” (Meltemi 2008).
email: federico.boni(;-)unimi.it

[top]
 Giorgio Borrelli

laureato in “Sociologia e Ricerca Sociale” presso l’Università degli Studi di Trento. e dottore di ricerca in “Teoria del linguaggio e scienze dei segni” presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. Il suo progetto di dottorato è incentrato sulla semiotica materialistica di Ferruccio Rossi-Landi.
email: giorgioborrelli83(;-)yahoo.it

[top]
 Pier Pietro Brunelli

psicologo, “Specialista della comunicazione sociale,” è laureato in DAMS ‘semiotica’ con Umberto Eco. Da molti anni si occupa di psicologia e di semiotica per la progettazione creativa e l’analisi della comunicazione sociale, nella pubblicità e nelle arti. Insegna come libero docente in diversi Istituti Universitari e di ricerca, tra i quali l’Università IULM di Milano e la Scuola Politecnica di Design di Milano. Ha relazionato in molte conferenze in Italia e all’estero sui temi della creatività e della comunicazione, argomenti sui quali ha pubblicato molti saggi ed articoli. In modo particolare collabora alle riviste di comunicazione visiva Linea Grafica e Grafica & Disegno. Le sue pubblicazioni più recenti sono: “Forward – Mania e Moda” (Gruppo Nylstar -2003); “Il Carnevale tra psiche, cultura e società” (Arcipelago edizioni, Milano 2003), e insieme a Mauro Ferraresi ha pubblicato il volume illustrato Elogio del manifesto una nuova analisi critica sul valore artistico dell’affiche nel ‘900 (Torino, Allemandi 2003).
email: Pietro.Brunelli(;-)fastwebnet.it

[top]
 Gabriele Buzzi


[top]
 Nicola Cappelletti

laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Perugia. Consulente di Comunicazione Pubblica ed Aziendale, socio fondatore di Apostrophe Design Network, società di consulenza di comunicazione e design.
email: n.cappelletti(;-)apostrophe.it

[top]
 Stefano Carlucci

dottore di ricerca in “Teoria del linguaggio e scienza dei segni” presso l’Università di Bari, dove insegna Semiotica.La sua attività di ricerca ha come punto di partenza lo studio del teatro con l’analisi delle sue due componenti principali: da una parte la materializzazione fisica dell’evento teatrale, gli edifici ed i luoghi atti a contenere le manifestazioni drammatiche (semiotica dell’architettura teatrale e della scenografia), dall’altra quella più strettamente recitativa/ricettiva (filosofia del linguaggio), legata alle capacità performative degli attori e a quelle di “comprensione rispondente” del pubblico. Tali tematiche traggono origine dall’attività svolta nel Teatro Olimpico di Vicenza.
email: stefanococker(;-)hotmail.com

[top]
 Geane Carvalho Alzamora

Associate Professor in the Social Communication Department at the Federal University of Minas Gerais, Brazil. At the moment, she is post-doctorate fellow at Pompeu Fabra University, Spain and she holds a PhD in Communication and Semiotics from Pontifical Catholic University of São Paulo, Brazil; a MA in Communication and Semiotics also from Pontifical Catholic University of São Paulo and a BA in Journalism from Pontifical Catholic University of Minas Gerais, Brazil. Dr. Alzamora’s research related to the topic of this paper is supported by CNPq and Fapemig.
email: geanealzamora(;-)ufmg.br

[top]
 Vander Casaqui

researcher in Communication and Consumption, with a Ph.D. from the University of São Paulo (ECA/USP).
email: vcasaqui(;-)yahoo.com.br

[top]
 Cinzia Castagnaro

primo ricercatore presso l’lSTAT di Roma, Dipartimento per le statistiche sociali ed ambientali. Ricercatore in ‘Demografia’ e Docente titolare delle Cattedre ‘Demografia’ e ‘Statistica’ presso l’ Università degli Studi Guglielmo Marconi (Roma).
email: cicastagno(;-)istat.it

[top]
 Alessandro Catania

doctoral candidate at the Institute of Film and Television Studies of the University of Nottingham. Mainly interested in television and media marketing, digital media and narrative theory, he studies the marketing of transnational television products focusing on how American television drama is marketed across Europe (UK, France, Italy). He holds a Master’s degree in Semiotics and Communication from the University of Bologna and a Master’s degree in Comparative Literature and Philosophy at the University of Paris 7. Recent publications include “Les jeux sont faits! Immersiveness and manageability of game narratives”, in E|C, special issue “Computer games between text and practice”, forthcoming; “Bond. Just Bond. Le narrative (im)popolari di Daniel Craig 007”, in Ol3Media, Dec 2008; “L’interpretazione nel pettegolezzo”, in Ocula. Semiotic Eye on Media, Jan. 2008.
email: aless.catania(;-)gmail.com

[top]
 Andrea Catellani

laureato in Scienze della comunicazione all'Università di Bologna, con una tesi dedicata alle semiotiche del visibile e dottore di ricerca in Semiotica presso la stessa università. Ha svolto, sotto la guida di Costantino Marmo e Lucia Corrain, ricerche sulle immagini sacre emblematiche e narrative nei libri di catechesi e meditazione del 5-600, per analizzare i dispositivi sincretici, le strategie enunciative e retoriche ed il rapporto con le pratiche meditative e catechetiche.
email: andreacate(;-)yahoo.it

[top]
 Maria Catricalà

professore di Linguistica Generale a RomaTre. Ha insegnato all’Università per Stranieri di Siena e poi alla Università di Roma “La Sapienza”. E’ autrice di otto volumi: “Le grammatiche scolastiche postunitarie” (Firenze, Accademia della Crusca 1991); “L’italiano tra grammaticalità e testualizzazione” (Firenze, Accademia della Crusca 1995); “Studi per una grammatica della invenzione: l'italiano brevettato delle origini” (Firenze, Manent 1996); “Le parole introvabili. Come è nata la vendita per corrispondenza in Italia” (Firenze, Aida 2001); “Forme, parole e norme” (Milano, Franco Angeli 2004); “Metodologie della ricerca linguistica italiana” (Roma, Eucos 2004); “Habitus in fabula” (Soveria Mannelli, Rubbettino 2006 ), di una cinquantina d’articoli e saggi su riviste specializzate e ha curato la pubblicazione degli atti di cinque convegni (tra cui: Lettore e oltre...confine, e "Lector" in media, a cura della Università per Stranieri di Siena per incarico del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero della Pubblica Istruzione, Aida Editore, Firenze 2000 e 2001; Come parla il fumetto e la multimedialità, Roma, Comic Art Publishing 2000).
email: maria.catricala(;-)uniroma1.it

[top]
 Pierluigi Cervelli

after the Degree in Communication Studies with Prof. Paolo Fabbri at the University of Bologna, during 2002, he concludes the Ph.D. in Semiotics and Psychology of symbolic communication at the University of Siena, with a dissertation on spatial semiotics intitled “La città fragile: periferia urbana fra lacuna e margine” tutored by Prof. Omar Calabrese. His basic research interest is a semiotic perspective on the relation between urban space and cultural marginality, in particular about urban outskirts, migrations, globalisation. Cervelli has been teaching at the Universities of Siena and of Roma “La Sapienza” as a free-lance Professor, since 2006 to 2009, before becoming Research Professor in 2009, in the Faculty of Political Sciences, Sociology and Communication studies, University "La Sapienza" of Rome, teaching now General Semiotics and Semiotics of Consumption. In the same period (2002-2009) he worked as a human resources consultant and as a free lance researcher (for Nielsen A.C. and CRA) in customer experience analysis.
email: pierluigi.cervelli(;-)gmail.com

[top]
 Giulia Cesarini Argiroffo

Giulia Cesarini Argiroffo si è laureata magistrale (cum laude) in Teorie della Comunicazione nell’a.a. 2013-2014, presso l'Università degli Studi di Roma Tre, con la tesi dal titolo “Modi di dire e pubblicità” (relatrice Prof.ssa Maria Catricalà e correlatrice Prof.ssa Giovanna Zaganelli).
Nello stesso Ateneo, nell’a.a. 2011-2012, ha conseguito il titolo di dottore in Scienze della Comunicazione, discutendo una tesi in Linguistica intitolata “Analisi conversazionale familiare: il caso della pubblicità televisiva” (relatrice Prof.ssa Maria Catricalà).
Presso l’Università Luiss Guido Carli-Business School ha frequentato dal 2014 al 2015 l’Executive Programme Master in Marketing Management e dal 2015 al 2016 l’Executive Programme Master in Digital Marketing & Social Media Communication.
g.carg(;-)yahoo.com

[top]
 Mara Cinquepalmi

giornalista pubblicista. Terminati gli studi umanistici con una laurea in filologia medioevale all’Università di Bologna, lavora nel mondo della comunicazione e si dedica in modo particolare alla comunicazione pubblica, politica e istituzionale maturando esperienze professionali negli uffici stampa. Ha al proprio attivo collaborazioni con siti istituzionali, quotidiani e periodici specializzati; attualmente ricopre il ruolo di addetto stampa presso il Comune di San Lazzaro di Savena, alle porte di Bologna. Cura il blog http://maracinque.wordpress.com, ovvero "Nonvogliomicalaluna". Ha un passato da teledipendente.
email: cinquepalmi(;-)gmail.com

[top]
 Elena Codeluppi

laureata in Scienze della Comunicazione dell’Università di Modena e Reggio Emilia con una tesi in Semiologia del cinema e degli audiovisivi dal titolo “Lo spazio in scena. Costruzione della spazialità tra letteratura e cinema: analisi de Il Gattopardo Tomasi di Lampedusa/Visconti”. Dottore di ricerca in Semiotica presso l’Università di Bologna, si è occupata dell’ufficio stampa di un’Associazione di danza di Reggio Emilia e ha collaborato con l'attività didattica del corso di Semiotica del Cinema tenuto dal Prof. Nicola Dusi.
email: elena.codeluppi(;-)gmail.com

[top]
 Dario Compagno

dottore di ricerca in Semiotica presso l'Università di Siena. Studia l'autorialità e le sue trasformazioni nei nuovi mezzi espressivi tecnologici. Si interessa dei fenomeni interpretativi che accadono vicino la soglia inferiore della semiotica.
email: dario_compagno(;-)neomedia.it

[top]
 Giorgio Coratelli

PhD student in Semiotics, University of Siena. His research project is on history of language philosophies in the age of Enlightenment and Idéologues (title: “The logic form of language. Language as analytical method in Condillac and Destutt de Tracy”). His research interests are in film studies and theory of literature (he has published some articles), economic discourse and Foucault’s thought.
email: GiorgioCoratelli(;-)libero.it

[top]
 Giovanna Cosenza

professore ordinario presso l’Università di Bologna, dove insegna Semiotica, Semiotica dei nuovi media, Semiotica dei consumi. È inoltre docente di Comunicazione efficace per il Master in Marketing e Comunicazione dell’Alma Graduate School di Bologna. Fra le sue pubblicazioni i libri "La pragmatica di Paul Grice" (Bompiani, 2002), "Semiotica dei nuovi media" (Laterza, 2005), e la cura del volume collettivo "Semiotica della comunicazione politica" (Carocci, 2007).
email: giovanna.cosenza(;-)unibo.it
web: http://giovannacosenza.wordpress.com/

[top]
 Marcel Danesi

professor of Semiotics and Linguistic Anthropology at the University of Toronto. He is known for his work in language, communications, and semiotics; being Director of the Program in semiotics and communication theory. He has also held positions at Rutgers University (1972), University of Rome "La Sapienza" (1988), the Catholic University of Milan (1990), and the University of Lugano.
email: marcel.danesi(;-)utoronto.ca

[top]
 Valerio De Michele

laureato in Scienze della comunicazione all’Istituto universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli con una tesi in semiotica dal titolo: “La questione dell’iconismo” (relatore prof. Stefano Gensini); laurea magistrale in Semiotica presso l’Università di Bologna.

[top]
 Cristina Demaria

ricercatrice all'Università di Bologna dal 2003, e poi professoressa associata dal 2012, svolge le sue ricerche nell'ambito della semiotica della cultura. I suoi interessi di ricerca sono rivolti in particolare agli studi di genere (gender studies), all'analisi sociosemiotica dei linguaggi audiovisivi, e alle ricerche sulle memorie culturali e collettive di traumi e conflitti.
email: cristina.demaria2(;-)unibo.it

[top]
 Michela Deni

Professore ordinario di Semiotica del design e corresponsabile del Master DIS (Design Innovation et Société) dell’Università di Nîmes, tesoriera e membro dell’associazione CAMS (Colloque Albi Médiations Sémiotiques).
Laboratorio: Institut ACTE UMR 8218, équipe Sémiotique des Arts et du Design (Université Paris 1 Sorbonne, CNRS). Groupe Projekt dell’Università di Nîmes; membro associato de l'équipe Médiations Sémiotiques dell'Università Toulouse 2 Jean Jaurès (http://mediationsemiotiques.com).

Dal 1995 al 2014 ha insegnato Semiotica e Comunicazione all'ISIA di Firenze, Dal 2012 insegna Sémiotique et applications mercatiques in master 2 all'Università di Limoges (Faculté des Lettres & des Sciences Humaines); ha insegnato Sémiotique visuelle e Enonciation et interaction all’Università Toulouse 2 Jean Jaurès (Département Sciences du langage).

Ha pubblicato saggi e articoli sulla semiotica del design e delle interfacce, sulla comunicazione politica, sul cinema, sui testi letterari e le arti visive: https://unimes.academia.edu/MichelaDeni

email: michela.deni(;-)gmail.com
web: http://projekt.unimes.fr/fr/membres/michela-deni/

[top]
 Lorenzo Denicolai

laureato in Semiologia dello Spettacolo Teatrale (v.o.) e dottore di ricerca presso la Scuola di Dottorato del DAMS di Torino su tematiche inerenti all'Antropologia dei media e della televisione. Lavora come coordinatore del settore ideazione e scrittura format nella webtv dell'Università di Torino Extracampus, in cui sperimenta forme di linguaggi televisivi. Ha pubblicato alcuni articoli sull'argomento e ha collaborato alla stesura di un saggio (curato da Gian Paolo Caprettini) sull'esperienza di ricerca televisiva di Extracampus (Cartman, 2008).
email: lorenzodenicolai(;-)gmail.com

[top]
 Lorenza Di Francesco

laureata in Scienze della Comunicazione e dottore di ricerca in Semiotica. Nel 2016 è docente di Storia del cinema presso il Dipartimento di Scienze della Comunicazione ed Economia di Reggio Emilia. Da alcuni anni, è impegnata nell'Archivio Cesare Zavattini (RE) nello studio e nella valorizzazione del lavoro di Zavattini in quanto soggettista, sceneggiatore e animatore culturale.
email: lorenzadifrancesco(;-)ymail.com

[top]
 Walter Di Martino

ha conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione e in Discipline Semiotiche presso l'Università di Bologna. Si occupa di interazioni uomo/macchina basate sul linguaggio naturale, di comunicazione politica e di web marketing.

[top]
 Eleonora Diamanti

PhD candidate in Semiotics at the Université du PhD candidate in Semiotics at the Université du Québec à Montréal where she is undertaking research on urban space in Montréal. She takes a special interest in the connection between urban design, material culture and politics within the context of the spectacular process and commodification of contemporary cities. She holds a Master’s degree in Semiotics and Communications from the University of Bologna. Recent publications include: “The city as a cultural space”, in The Proceedings of the Semiotic Society of America (2011) and “Ruse et triche dans l’espace urbain: formes de résistance urbaine ou le pouvoir des tacticiens”, in La ruse entre la règle et la triche (2011), Charles Perraton and Maude Bonenfant (eds.), Québec: PUQ.
email: diamanti.eleonora(;-)courrier.uqam.ca

[top]
 Maria Giulia Dondero

was first trained in art history, the theory of the image and visual semiotics at the University of Bologna. She received a PhD in communication and new technologies from the University of Milan. Her dissertation dealt with the semiotics of photography. Since 2009 Dondero has been a senior researcher for the Fonds National de la Recherche Scientifique (the Belgian National Fund for Scientific Research). Her work in visual semiotics concerns the status of the photographic image, whether artistic, religious/sacred, or scientific, and with the relationship between such images and the contemporary stabilization of visual genres in contrast with the pictorial tradition: see in relation to this topic the book, “Sémiotique de la photographie” (Limoges, Pulim, 2011, written with Pierluigi Basso), and “Le sacré dans l'image photographique. Etudes sémiotiques” (Paris, Hermès Lavoisier, 2009).
email: MariaGiulia.Dondero(;-)ulg.ac.be

[top]
 Nicola Dusi

ricercatore presso l'Università di Modena e Reggio Emilia, dove insegna Semiotica del cinema e dei nuovi media. Redattore di Segnocinema, ha curato (con S. Nergaard) un numero monografico di Versus dedicato alla traduzione intersemiotica (dicembre 2000), e (con M. Troehler e F. Vanoye) un numero di Iris sull'adattamento cinematografico (novembre 2004). Dal 2004 al 2007 è stato segretario dell'AISS (Associazione Italiana di Studi Semiotici). Tra le sue pubblicazioni: “Il cinema come traduzione. Da un medium all’altro: letteratura, cinema e pittura” (Utet, Torino, 2003); la curatela (con L. Spaziante) del volume “Remix-Remake. Pratiche di replicabilità” (Meltemi, Roma, 2006). Con G. Marrone ha curato “Narrazione ed esperienza. Intorno a una semiotica della vita quotidiana” (Meltemi, Roma, 2007), e il più recente “Destini del sacro. Discorso religioso e semiotica della cultura” (Meltemi, 2008).
email: nicolamaria.dusi(;-)unimore.it

[top]
 Emanuele Fadda

insegna filosofia del linguaggio all’Università della Calabria. È membro di “Pragma” e del comitato ristretto del “Cercle de Saussure”. Si occupa di semiotica e ontologia sociale. Il suo ultimo libro è Peirce (Carocci, 2013).
email: lelefadda(;-)gmail.com

[top]
 Elena Falco

Laurea magistrale in Semiotica, con una tesi sull'ipnosi.
web: https://www.facebook.com/elena.falco.52?fref=ts

[top]
 Mauro Ferraresi

sociologo e saggista italiano, studioso di consumi e comunicazione. Dal 1994 insegna alla faculté de traduction et interpretation di Ginevra (FTI), e dal 2002 è docente di Sociologia dei consumi, di sociologia della cultura alla Libera Università dii Lingue e Comunicazione IULM di Milano. Ha pubblicato su vari argomenti e in differenti discipline: semiotica, linguistica, teoria della traduzione, public speaking, sociologia dei consumi e della cultura, pubblicità.
email: mauroferraresi(;-)libero.it

[top]
 Beatrice Ferrario

nata nel 1984, ha studiato Media management all'Università della Svizzera Italiana di Lugano, si è laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Milano. Collabora con l'Osservatorio Europeo di Giornalismo (http://www.ejo.org).
email: beatrice.ferrario(;-)gmail.com
web: http://mediamarket.wordpress.com

[top]
 Giacomo Festi

dottore di ricerca in Semiotica presso l’Università di Bologna, è docente di Semiotica e Semiotics presso la NABA (MI), collabora con la cattedra di Semiotica della Iulm e svolge attività di consulenza semiotica come libero professionista. Le sue pubblicazioni, a orientamento applicativo e analitico, spaziano su temi diversi della disciplina, dalla comunicazione alimentare (ha svolto ricerca per qualche anno presso l’Università di Scienze Gastronomiche) ai nuovi media. Vive attualmente a Milano.
email: giacomo.festi(;-)gmail.com

[top]
 Jean Fisette

professeur chercheur à l’Université du Québec à Montréal. Son principal thème de recherche a été la sémiotique pragmatiste de Peirce. Il s’est intéressé à la littérature, à la musique et, plus récemment, à la photographie. Il a conduit des recherches, publié des ouvrages et de nombreux articles dans les principales revues de sémiotique. Puis, il a participé à nombre de colloques nationaux et internationaux. Bien qu’il soit retraité, il poursuit sa recherche et ses publications. On accédera à la majorité de ses publications sur sa page web dont l’adresse est: http://jeanfisette.net
email: fisette.jean(;-)uqam.ca
web: http://www.jeanfisette.net

[top]
 Virginia Fiume


[top]
 Giovanna Franci

è stata Professore ordinario presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell'Università di Bologna. Al suo pensiero è dedicato il numero tematico: "Le città visibili" (vol. 14, n. 14, 2013) di Ocula.

[top]
 Luca Frattura

dottore di ricerca presso la Scuola di Dottorato in Filosofia, indirizzo Filosofia del Linguaggio e della Mente, della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Torino (coordinatore Prof. Diego Marconi). Collabora con il Prof. Francesco Marsciani alla cattedra di Semiotica Strutturale e Generativa dell'Università di Bologna.

[top]
 Riccardo Fusaroli

ha conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Bologna dove si è specializzato in Discipline Semiotiche ed è studente del Collegio Superiore dell'Ateneo di Bologna. Si è occupato in particolare di teorie semiotiche applicate ai nuovi media, di applicazione della semiotica alle problematiche dell'accessibilità dei siti web e suoi ritorni teorici. Ha lavorato come pubblicista, consulente di comunicazione in progetti nazionali e internazionali, docente di informatica e comunicazione.
email: fusaroli(;-)gmail.com

[top]
 Francesco Galofaro

PhD in Semiotics, Adjunct professor at the Politecnico, Milan, course of Design & Engineering; Adjunct professor at the Free University of Bozen, Theory and Languages of Product Design. It is a member of CUBE, Bologna.
Researches: Ethnosemiotics (C.U.B.E.); Quantum-based semantic models for Information Retrieval (with Zeno Toffano and Bich-Liên Doan, CentraleSupélec).
Publications: http://ied-it.academia.edu/FrancescoGalofaro
email: galofaro_francesco(;-)hotmail.com
web: http://ied-it.academia.edu/FrancescoGalofaro

[top]
 Davide Gasperi

content designer e semiologo, realizza sistemi multimediali e si occupa di semiotica del visivo e dei nuovi media.
email: davide(;-)davidegasperi.it
web: http://www.davidegasperi.it

[top]
 Claudia Gianelli

laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Bologna (novembre 2005) e in Discipline Semiotiche presso l'Università di Bologna (marzo 2006, con lode). Esperienze post-laurea: Dottorato di ricerca in Neuroscienze Cognitive, Università di Bologna (da marzo 2007); Borsista di ricerca presso il dipartimento di Neuroscienze dell'Università di Parma (da novembre 2006). Interessi di ricerca: integrazione di percezione ed azione con particolare riferimento al ruolo svolto dall'integrazione fra diversi sistemi come quello sensoriale e motorio. Studio degli stessi processi da un punto di vista sia semiotico che fisiologico. Basi teoriche e metodologiche di una integrazione fra semiotica e neuroscienze nello studio della percezione e dell'azione. Applicazione dei risultati degli studi su percezione ed azione allo sviluppo di interfacce e in generale al design dell'interazione.
email: claudia.gianelli3(;-)unibo.it

[top]
 Elena Giliberti

dottore di ricerca in Sociologia della Comunicazione e Scienze dello Spettacolo presso l’Università di Urbino. Ha collaborato con la cattedra di sociologia della cultura del medesimo ateneo. Si occupa di cinema e narratologia. E’ autrice del saggio “Come si costruisce un corpo-citazione”, in Baroni (a cura), “Streghe, Madonne e Sante postmoderne. L’eccedenza femminile tra cronaca e fiction”, Meltemi, 2001.
email: elegi13(;-)hotmail.com

[top]
 Nicoletta Giusti

ricercatrice di Organizzazione aziendale presso l’Università di Bologna, insegna Dinamiche del lavoro creativo e strategie del cambiamento organizzativo alla laurea specialistica in Sistemi e Comunicazione della Moda, presso la sede di Rimini.
email: nicoletta.giusti(;-)unibo.it

[top]
 Carlos González Pérez

PhD in Communication (Facultad de Periodismo y Comunicación Social, Universidad Nacional de La Plata, 2013). Postdoctoral scholarship holder of the National Council of Scientific and Technical Research (CONICET), Argentina. Director of the research project “Discourse’s transformations: semiotic-historical constructions processes in communication, culture and society”, and Professor in Communication and Education Seminar, Social Communication bachelor´s degree, Universidad Nacional de Jujuy.
email: carlosfgonzalezp(;-)yahoo.com.ar

[top]
 Elena Granata

ricercatrice Dipartimento architettura e studi urbani del Politecnico di Milano.
email: elena.granata(;-)polimi.it

[top]
 Claudia Graziani

laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Teramo con la tesi in Semiotica dal titolo “Il linguaggio e le strategie comunicative della moda” (relatore: prof. Stefano Traini). Iscritta per l’A.A. 2004/05 al secondo anno del Corso di Laurea Specialistica in Pubblicità e comunicazione d’impresa presso l’Università degli Studi di Teramo.
email: claudia_graziani(;-)virgilio.it

[top]
 Cristina Greco

PhD in Comunicazione presso la Sapienza Università di Roma, è cultrice della materia per l’insegnamento di Scienze semiotiche del testo e dei linguaggi e di Semiotica della città e dei luoghi del consumo. È co-fondatrice del LARS (Laboratorio Romano di Semiotica) e coordinatrice dell’Osservatorio sulla Creatività Urbana del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza. È coordinatrice della rubrica on line ReThink Urban Space per Lavoro culturale e del workshop su arte pubblica e creatività urbana della Biennale dello Spazio Pubblico di Roma (2015 e 2017). La sua ultima monografia è Graphic novel. Confini e forme inedite nel sistema attuale dei generi (Nuova Cultura 2014). Gli articoli recenti sono: “Ricostruire l’identità, tradurre il conflitto: creatività urbana a Roma”, in Pezzini I., ed. (Nuova Cultura 2016); “Translating Cultural Identities, Permeating Boundaries. Autobiographical and Testimonial Narratives of Second-Generation Immigrant Women”, in Olivito E., ed. (Routledge 2015); “Street Art. Il caso della stazione metro Pietralata” in I. Tani, ed. (Quodlibet 2014).
web: https://uniroma1.academia.edu/CristinaGreco

[top]
 Valentina Imperi

laureata in Scienze della Comunicazione nel 2006 presso l’Università La Sapienza di Roma con una tesi in Semiotica. Dal 2005 al 2008 si è occupata di comunicazione, immagine e promozione in ambito cinematografico e culturale; attualmente lavora come semiologa e marketing analyst in ricerche di mercato qualitative. Ha pubblicato inoltre l'articolo "I poeti della curva. Un’analisi sociolinguistica degli striscioni allo stadio" (24/02/2010 in Territori Sociologici).

[top]
 Simona Ironico

collabora da alcuni anni all’attività didattica dei corsi di Fashion Studies e Sociologia dei Consumi dell’Università Iulm di Milano, dove ha ultimato il dottorato di ricerca in Marketing e Comunicazione d’Impresa. Insegna Sociologia della Moda all’Istituto Marangoni di Milano e ha partecipato a diversi progetti di ricerca, fra cui “La socializzazione infantile ai consumi: un’applicazione al campo della moda”, “Milano e la moda” e “Le aziende di pronto moda in Italia: modelli di business e posizionamenti strategici a confronto”.
email: simona.ironico(;-)iulm.it

[top]
 Tony Jappy

professeur honoraire at the University of Perpignan Via Domitia, France. He has participated in numerous semiotics and visual semiotics colloquia and congresses, the most recent being the Peirce Centennial Conference at Lowell, Massachusetts, has published numerous articles on problems relating to linguistics and semiotics and visual semiotics, and has authored and co-authored several books, the most recent being an introduction to Peircean visual semiotics in 2013. His current research is devoted primarily to C. S. Peirce’s post-1904 system of semiotics.
email: anthony.jappy(;-)wanadoo.fr

[top]
 Anne Ketola

University of Tampere, Finland

[top]
 Bernard Lamizet

professore di Scienze dell’informazione e della comunicazione presso l’Institut d’études politiques di Lione (Francia). Recenti pubblicazioni: “Le langage politique” (Paris : Ellipses, 2011) e “Sémiotique de l'événement” (Hermes Science Publications, 2006).

[top]
 Anna Lazzarini

PhD in Anthropology and Epistemology of Complexity (University of Bergamo), is a Postdoctoral Fellow at the Centre for Research on the Anthropology and Epistemology of Complexity at the University of Bergamo. She holds a BA with honours in Philosophy from the University of Milan. Her main research interests are: epistemology of the city, urban spaces and urban practices; philosophy of globalization; gender studies.
email: anna.lazzarini(;-)unibg.it

[top]
 Ilaria Leccardi

Laureata in Discipline Semiotiche, presso Universtià di Bologna, con una Laurea Magistrale sulla comunicazione delle fabbriche occupate durante la crisi argentina; ora giornalista e saggista su temi sociali e sportivi presso LaPresse.
web: https://www.facebook.com/ilyleccardi?fref=ts

[top]
 Massimo Leone

professor of Semiotics, Cultural Semiotics, and Visual Semiotics at the Department of Philosophy, University of Turin (Italy). He graduated in Communication Studies from the University of Siena, and holds a DEA in History and Semiotics of Texts and Documents from Paris VII, an MPhil in Word and Image Studies from Trinity College Dublin, a PhD in Religious Studies from the Sorbonne, and a PhD in Art History from the University of Fribourg (CH).
email: massimo.leone(;-)unito.it

[top]
 Elena Lorenzetto

laureata in Discipline Semiotiche presso l’Università di Bologna, ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Semiotica presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane — Università di Bologna, con una ricerca sui nuovi modelli urbani e forme culturali creati dalla città diffusa. Si occupa di semiotica urbana, nuove forme di città, spazio pubblico, strategie di citymaking, temi sui quali ha scritto articoli per riviste specializzate e partecipato a convegni presso l’Università di Bologna, La Sapienza di Roma, Roma Tre, University College of London, Technion — Israel Institute of Haifa.
email: lorenzetto.elena(;-)gmail.com

[top]
 Edoardo Lucatti

laureato in Discipline Semiotiche a Bologna, lavora da alcuni anni nell’ambito della comunicazione aziendale (ramo utility). In questo contesto, si è inizialmente occupato di advertising, eventi e sponsorizzazioni, per poi passare alle relazioni con i media e all’editoria. Ha preso parte alla fondazione del Centro Universitario Bolognese di Etnosemiotica e, a partire dal 2009, ha pubblicato diversi articoli di semiotica su varie riviste di settore, concentrandosi in modo particolare sui nodi teorici della semiotica generativa e su problemi di epistemologia strutturale. Semiotico di passione, interessato da sempre ai rapporti tra filosofia e studi sulla significazione, continua le proprie ricerche fra teoria della forma, testualità, narratività ed etnosemiotica.
email: edoardolucatti(;-)gmail.com

[top]
 Antonio Magrì

nato a Taormina, laureato al Dams (arti visive) e laureando in Scienze della Comunicazione a Catania, è giornalista del quotidiano "La Sicilia". Referente dell'Aiss per l'Università di Catania, svolge attività anche di critico d'arte. Ideatore e teorico del movimento e gruppo di ricerca semiotico-artistica "Semiart" è anche autore del saggio “Semiotica della mafia”.

[top]
 Valentina Manchia

laureata in Scienze delle Comunicazione a Bologna. Ha collaborato, con saggi, recensioni, racconti e vignette, a riviste a diffusione locale e nazionale («Università Toscana», «Daemon», «Black») e ha effettuato uno stage presso la Coconino Press, casa editrice di romanzi a fumetti, collaborando alle attività di redazione e ufficio stampa. Dal 2002 si è occupata della produzione di contenuti per il Future Film Festival, festival dedicato al cinema d’animazione e alle nuove tecnologie. Collaborando a riviste semiotiche e alle attività seminariali della Scuola Superiore di Studi Umanistici dell’Università di Bologna. Ha frequentato i corsi del Master in Redattore Editoriale con Competenza delle Tecnologie Digitali organizzato dalla Fondazione Mondadori e dall’Università degli Studi di Milano.

[top]
 Maria Antonia Manetta


[top]
 Anna Manzato

ricercatrice in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l'Università IULM di Milano, dove insegna Metodologia e tecnica della ricerca sociale. I suoi interessi di ricerca sono rivolti al rapporto tra media e vita quotidiana e ai processi di consumo mediale.
email: Anna.Manzato(;-)iulm.it

[top]
 Lidia K. C. Manzo

dottore di ricerca in Sociologia presso l’Università di Trento. Si è laureata presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Milano, conducendo una ricerca etnografica e visuale nella Chinatown di Milano. Si interessa di trasformazioni urbane, costruzione di confini sociali, sessualità pubblica in relazione a spazialità connotate da mix sociale. Lavora utilizzando riflessivamente osservazione etnografica e metodi visuali. Attualmente è Visiting presso l’Università CUNY di New York-USA per la fase empirica del suo progetto di dottorato: uno studio etnografico delle forme di coabitazione e dei confini sociali in un quartiere in transizione a Brooklyn.
email: lidia.manzo(;-)gmail.com
web: lidiakcmanzo.wordpress.com

[top]
 Luca Marchetti

semiologo, laureato alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Bologna, vive e lavora a Parigi. Da diversi anni si interessa alle problematiche della significazione nel contesto della moda e del design. Lavora come ricercatore, consulente in comunicazione e consulente creativo per marche, designer, architetti ed istituti di ricerca qualitativa. Collaboratore di varie riviste tra le quali Vogue Italia, Casa Vogue, View, View on Colour e Form, nel 2000 ha co-fondato la rivista di design e cultura del consumo it magazine. Tra i progetti più recenti, ha curato gli incontri Face au Présent al Centro Pompidou di Parigi con Hussein Chalayan e il designer Sam Hecht, un workshop con Patrick Jouin all’univeristà di Bolzano, l’esposizione FIRs (con Emanuele Quinz) sulla giovane generazione di fashion designer italiani ed un’installazione con la maison Martin Margiela, entrambe a Bruxelles. Dal 2003 dirige la struttura di ricerca su moda e design mosign (www.anomos.org/mosign) e collabora alle attività del CELSA (Sorbonne, Parigi) e dell’IFM (Institut Français de la Mode).
email: marchetti(;-)noos.fr

[top]
 Toni Marino

MA in Literature, MA in Publishing, Phd in Science of Book and Writing. Currently he is Research Fellow at The University for Foreigners of Perugia, where he participates in research projects on Women’s Fiction, Advertising, and Journalistic texts, and visiting lecturer in Semiotics at the University Roma Tre His research interests are mainly oriented to Visual Semiotics, Narratology, and Theory of Litearture. His practice focuses is the relationships between the visual and verbal codes. He is co-author of “Scrittori e pubblicità” (2011) and author of “Gender in Italy. Processi di canonizzazione della letteratura femminile” (2014). Among his publications “La lettura dell’immagine in testi sincretici; Grandi scrittori e made in Italy; Women’s writing women’s reading”; “Plot Placement and Literary Plot: How Economic Context Becomes Part of Literature”.

[top]
 Gianfranco Marrone

professore ordinario di Semiotica presso il Dipartimento di Culture e Società presso l’Università di Palermo. Delegato del Rettore allo sviluppo e al coordinamento delle attività di comunicazione dell'Ateneo, dirige il Master sulla Cultura e la comunicazione del gusto. È stato Presidente dell'Associazione Italiana di Studi Semiotici (http://www.associazionesemiotica.it).
email: gianfranco.marrone(;-)unipa.it
web: www.gianfrancomarrone.it

[top]
 Michele Martini

Michele Martini received his PhD in Semiotics from the Scuola Normale Superiore (Italy) and is currently Postdoctoral Fellow at University of Haifa and member of LINKS (Learning in a Networked Society). His research interests concern Digital Religion, Visual Semiotics and Comparative Discourse Analysis, with particular attention to new social movements and digital knowledge transfer and production.

[top]
 Lella Mascio

ricercatrice in “Sociologia dei processi culturali e comunicativi” (SPS/08 14/C2) presso la Scuola di Lettere e Beni Culturali dell'Università di Bologna, Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita. Dal 2008 è membro della Commissione Orientamento del Polo di Rimini, Università di Bologna. Gli attuali ambiti di ricerca sono: i nuovi media e gli spazi di socializzazione online, le relazioni fra televisione e sns, il femminicidio raccontato dai media, le relazioni fra mass media e moda, la comunicazione pubblica, in particolare gli aspetti legati alle città digitali e alle città creative.
email: antonella.mascio(;-)unibo.it

[top]
 Francesco Mazzucchelli

svolge attività di ricerca principalmente presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna, dove è, dal 2010, assegnista di ricerca e, dal 2015, docente a contratto di “Processi Comunicativi” presso il Corso di Design del Prodotto Industriale. È inoltre membro della segreteria scientifica del Centro di Ricerca dipartimentale TraMe. Si occupa in particolare di semiotica, sia teorica che applicata allo studio dello spazio, della città, del patrimonio, della memoria culturale, del discorso politico, dei nuovi media.
email: francesco.mazzucchelli(;-)unibo.it

[top]
 Agata Meneghelli

Dottore di ricerca in Semiotica con una tesi sui Videogiochi; lavora presso agenzia di comunicazione Sudler & Hennessey.
web: https://www.facebook.com/agata.meneghelli?fref=ts

[top]
 Tiziana Migliore

ha conseguito il dottorato di ricerca in Semiotica a Bologna con Paolo Fabbri e Patrizia Magli. Attualmente svolge attività di collaborazione alla didattica con Paolo Fabbri (IUAV, Università di Venezia). Specialista di semiotica visiva, ha pubblicato “Strategie di scrittura e di pronuncia di una lingua visiva. I miroglifici del miró”. E|C, luglio 2004, “Argomentare il visibile” (a cura di, Esculapio 2008), “Retorica del visibile. Strategie dell'immagine tra significazione e comunicazione” (a cura di, 2 vols, Aracne 2011)..
email: tiziana(;-)iuav.it

[top]
 Valentina Miraglia

dottore di ricerca sotto la direzione del prof. Jean François Bordron (facoltà di Lettere e Scienze Umane, CeReS, università di Limoges, Francia). Si occupa di semiotica e di cinema. Nell’anno accademico 2005-2006, seguita dal prof. Alessandro Zinna, si interessa alla semiotica degli oggetti e consegue il Master 2 (Università di Toulouse-le Mirail en Sciences du Langage) con un mémoire che la fa entrare in contatto con l’inventore di macchine da presa francesi più utilizzate nel mondo. Attiva nella scena internazionale.

[top]
 Marco Mondino

dottore di ricerca in “Studi Culturali Europei”. Si è occupato di street art e creatività urbana e ha scritto diversi articoli su questi temi. Collabora con la cattedra di Semiotica dell’Università di Palermo e scrive per alcuni blog e siti d’informazione culturale. Ha scritto insieme a Mauro Filippi e Luisa Tuttolomondo il libro Street art. Guida ai luoghi e alle opere (2017), Dario Flaccovio Editore.

[top]
 Fernanda Moneta

giornalista e autrice, è titolare della Cattedra di Regia dell’Accademia di Belle Arti di Roma e docente di Metodi e tecniche della produzione video 3 all’Università di Firenze. Dal 2000 al 2005 è stata titolare della cattedra di Regia dell’Accademia di Belle Arti di Carrara. Laureata in Drammaturgia al DAMS di Bologna e in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Bologna, si è specializzata in Comunicazione all’Università La Sapienza di Roma. Ha una specializzazione biennale di secondo livello in Sostegno. Consulente dell’Enciclopedia del cinema Treccani, ha pubblicato vari libri tra cui “Spike Lee editrice” (Il Castoro) e Tecnocin@ (Costa & Nolan).

[top]
 Federico Montanari

dottore di ricerca in Semiotica, insegna Semiotica dei media e Comunicazione visiva presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Ha insegnato Analisi del discorso politico e Semiotica all’Università di Bologna e allo Ied (Milano), oltreché alla Facoltà del design del Politecnico di Milano e allo Iulm e, come Visiting Professor, all’università della California, San Diego. Si occupa di semiotica applicata sia alle forme dell’estetica contemporanea che al problema delle guerre e dei conflitti. Partecipa attualmente a progetti e a gruppi di ricerca in semiotica sul problema della percezione (percezione degli spazi urbani), delle tecnologie e sul tema delle forme culturali della memoria. Su questi argomenti ha scritto diversi libri e articoli, fra i quali Linguaggi della guerra (2004).
email: federico.mont(;-)gmail.com
web: http://www.unibo.it/docenti/federico.montanari4

[top]
 María de los Angeles Montes

Bachelor degree in Social Communication and is an advanced doctoral student in Semiotics at the Center for Advanced Studies of the National University of Córdoba. She works at the Research Center of the Faculty of Philosophy and Humanities of the same University where she is part of a research team, and her research work is financed by the Comisión Nacional de Investigaciones Científicas y Técnicas (CONICET), the highest scientific production body in Argentina.
email: exloce871(;-)yahoo.com

[top]
 Gabriele Monti

laureato in Scienze della comunicazione all'Università di Bologna e diplomato al Master universitario in Produzione e cultura della moda (Università di Bologna - Polo di Rimini). È dottore di ricerca in Semiotica presso l'Università di Bologna con un progetto di ricerca che indaga le poetiche del fashion design contemporaneo, il lavoro curatoriale della critica e la programmazione espositiva di alcuni musei. È tutor del Corso di laurea specialistica in Sistemi e comunicazione della moda (ZoneModa / Università di Bologna - Polo di Rimini).
email: monti.gabriele(;-)gmail.com

[top]
 Maria Giuseppina Muzzarelli

insegna "Storia medievale" e "Storia delle città" nella sede bolognese dell'Università di Bologna e "Storia del costume e della moda" nella sede di Rimini della stessa Università. Si occupa di storia della mentalità e della società. Per i temi della moda ha studiato in particolare il dsiciplinamento del lusso tra Medioevo ed Età moderna. Tra le sue pubblicazioni: “Guardaroba medievale. Vesti e società dal XIII al XVI secolo” (il Mulino, Bologna 1999); “Il denaro e la salvezza. L'invenzione del Monte di Pietà” (il Mulino,Bologna 2001), “Donne e cibo. Una relazione nella storia” (con Fiorenza Tarozzi, Bruno Mondadori, Milano 2003, Premio Città di Minori), “Pescatori di uomini. Predicatori e piazze alla fine del Medioevo” (Bologna,il Mulino 2005), “Un'italiana alla corte di Francia. Christine de Pizan intellettuale e donna” (Bologna, il Mulino 2007).
email: maria.muzzarelli(;-)unibo.it

[top]
 Mario Neve

laureato in Scienze Politiche presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli. Ha conseguito il dottorato di ricerca di III ciclo in Geografia urbana e regionale organizzato dalle Università consorziate di Pisa, Firenze, Torino, Genova. E’ attualmente ricercatore di Geografia presso il Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali della Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell’Università di Bologna, sede di Ravenna e insegna Geografia e Geografia culturale presso la stessa Facoltà. E’ stato visiting scholar presso la York University di Toronto e la University of British Columbia di Vancouver. Oltre a svariati articoli e saggi pubblicati in Italia e all’estero ha pubblicato i tre volumi: “Il Teatro della memoria” (1989), “Virtus loci” (1999) e “Itinerari nella geografia contemporanea” (2004). Il suo rapporto con la semiotica risale ai tempi della tesi di laurea, e il suo secondo libro è stato pubblicato all’interno di una collana diretta da Giuseppe Paioni, direttore e animatore del CISeL di Urbino. Ha da poco inaugurato la direzione di una nuova collana editoriale (Geoestetica) presso l’editore Mimesis.
email: neve(;-)alma.unibo.it

[top]
 Redazione Ocula


email: redazione(;-)ocula.it

[top]
 Maristella Panepinto


[top]
 Mario Panico

dottorando in “Philosophy, Science, Cognition and Semiotics” (PSCS) all’Università di Bologna. Dopo essersi occupato, per la sua tesi magistrale, della risemantizzazione dei monumenti socialisti in Bulgaria, il suo progetto di tesi dottorale riguarda la relazione tra memorie post-comuniste, musei e spazi urbani in tre città europee: Berlino, Praga e Varsavia.

[top]
 Daniela Panosetti

consegue il titolo di dottore di ricerca in Semiotica presso la Scuola superiore di studi umanistici di Bologna nel 2007. Collabora per diversi anni all’attività didattica e di ricerca in campo semiotico presso le facoltà di Roma “La Sapienza” e Bologna. Dal 2008 al 2011 ha insegnato Semiotica del testo presso la facoltà di Scienze della comunicazione di Roma “La Sapienza”. Attualmente è membro di CUBE (Centro Universitario Bolognese di Etnosemiotica) e coordinatrice del laboratorio bolognese della rivista Alfabeta2. Si occupa principalmente di discorso estetico, testo letterario e analisi stilistica.
email: daniela.panosetti(;-)gmail.com

[top]
 Antonio Paolo

dottore di Ricerca in Comunicazione e Nuove Tecnologie presso lo IULM di Milano; si occupa di semiotica applicata al marketing, alla comunicazione pubblicitaria e d'impresa, alla comunicazione politica e alle loro trasposizioni sul Web.
email: antonio.paolo(;-)milc.it

[top]
 Silvia Pastorino

laureata al Dams di Bologna con una tesi in semiotica sulla pubblicità sociale (relatore Prof. Francesco Marsciani), si occupa di comunicazione visiva e grafica editoriale.

[top]
 Roberto Pellerey

ha conseguito il Dottorato in Semiotica presso l’Università di Bologna e il Dottorato in Sciences du Langage presso l’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi. È ricercatore in Filosofia del Linguaggio e docente di Semiotica all’Università di Genova. Tra i suoi libri: Le lingue perfette nel secolo dell'utopia (1992), La théorie de la construction directe de la phrase (1993), Il parlato e lo scritto (con Andrea Bernardelli, 1999), Il lavoro della parola (2000), Semiotica e interpretazione (con Valentina Pisanty, 2004). Si occupa attualmente di tematiche relative alla cooperazione internazionale e del dibattito sui modelli dello sviluppo. È coautore di Laboratori di scrittura insieme a Alberto Nocerino.
email: roberto.pellerey(;-)libero.it

[top]
 Giulia Perani

laureata in Semiotica presso la Libera Università IULM di Milano con una tesi intitolata: Adbusters. uno sguardo semiotico sulla società dei consumi (relatore: Ugo Volli), lavora a Milano Cohn&Wolfe, agenzia internazionale di relazioni pubbliche e comunicazione.
email: giulia.perani(;-)libero.it

[top]
 Isabella Pezzini

professore ordinario di Filosofia-Teoria dei linguaggi (MFIL/05), insegna corsi di scienze semiotiche dei testi, del linguaggio, dei consumi e della pubblicità presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca sociale (CORIS) dell’Università Sapienza di Roma. È stata Presidente dell'Associazione Italiana di Studi Semiotici (http://www.associazionesemiotica.it).
email: isabella.pezzini(;-)uniroma1.it
web: http://isabellapezzini.it

[top]
 Emiliano Pintori

laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Bologna. I suoi interessi sono relativi in particolare alla semiotica degli oggetti, delle interfacce e all’audiovisione. È inoltre molto attivo in campo musicale come pianista jazz e nella composizione di musica per film.
email: emiliano.pintori(;-)fastwebnet.it

[top]
 Elena Pirazzoli

PhD in History of Art from the University of Bologna. After several years working at the Arti visive Department of the same university, she collaborates with some historical institutes and foundations (particularly with Fossoli Camp Foundation and Villa Emma Foundation – Modena; Peace School of Monte Sole – Bologna). As a journalist, she writes for several magazines (il Mulino, Nuova Informazione Bibliografica, E-Review, Abitare, I martedì, Il Regno) about art and cultures. Her research field lies between Memorial Studies and Visual Studies, pointing attention to the theme of memorial sites and forms, interweaving a historical approach with the analysis of the artistic and architectural practices which act in relation both with the events' traces and with the constitution of new signs for commemoration. She participated to the 14. International Architecture Exhibition La Biennale di Venezia, in the section Monditalia, with the research “Urbs Oblivionalis. Urban Spaces and Terrorism in Italy” (Elena Pirazzoli, Roberto Zancan 2014).

[top]
 Ilaria Pironti

laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Roma “La Sapienza” discutendo la tesi con la prof.ssa Catricalà come relatrice sul tema dei marchi italiani d’aziende tessili e di case di moda della prima metà del ‘900.

[top]
 Valentina Pisanty

ricercatrice all'Università di Bergamo, insegna Filosofia del linguaggio e Semiotica del testo. Fra le sue pubblicazioni, “Leggere la fiaba” (Bompiani 1993), “L’irritante questione delle camere a gas: logica del negazionismo” (Bompiani 1998), “Semiotica e interpretazione” (con Roberto Pellerey, Bompiani 2004), “La difesa della razza” (Bompiani 2006), “Variazioni semiotiche” (con Maria Pia Pozzato e Guido Ferraro, Carocci 2007) e “Semiotica” (con Alessandro Zijno, McGraw-Hill 2009).
email: valentina.pisanty(;-)unibg.it

[top]
 Marco Pondrelli

laureato in Scienze politiche presso l’Università di Bologna, è stato attualmente assessore alla qualità culturale del Comune di San Lazzaro alle porte di Bologna. Il lavoro politico convive con la sua grande passione per il cinema.

[top]
 Maria Pia Pozzato

professore associato presso il dipartimento di Discipline della Comunicazione dell'Università di Bologna. Tiene corsi di semiotica del testo, sociosemiotica e semiotica applicata all'informazione. Fra i suoi libri più recenti: "Semiotica del testo, metodi, autori, esempi " (Roma Carocci, 2001), "Leader Oracoli Assassini, Analisi semiotica dell'informazione" (Roma, Carocci, 2004) e “Capire la semiotica” (Roma, Carocci, 2013).
email: mariapia.pozzato(;-)unibo.it

[top]
 Giampaolo Proni

ricercatore di semiotica all'Università di Bologna. Settori di ricerca e docenza: semiotica della moda, fashion studies; semiotica e progetto. Consulente in comunicazione. Scrittore.
email: giampaolo.proni(;-)unibo.it
web: http://www.gproni.org

[top]
 Ruggero Ragonese

dottore di ricerca in Semiotica e Psicologia della comunicazione simbolica presso l’Università di Siena. Si occupa principalmente di spazio e architettura sacra. E' stato assegnista presso la Scuola Superiore di Studi Umanistici di Bologna. Insegna presso diverse università italiane (Modena e Reggio Emilia, Polimi di Milano).
email: ruggero.ragonese(;-)unimore.it

[top]
 Renira Rampazzo Gambarato

Assistant Professor in the Faculty of Media Communications at the National Research University Higher School of Economics, in Moscow, Russia. Her Post-doctorate in Film Studies is from Concordia University, Canada and she holds a PhD in Communication and Semiotics from Pontifical Catholic University of São Paulo, Brazil; a MA in Communication and Semiotics also from Pontifical Catholic University of São Paulo and a BA in Industrial Design from São Paulo State University, Brazil.

[top]
 Damiano Razzoli

insegna Grafica e Videocomunicazione al corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione, all’Università di Modena e Reggio Emilia. Dottore di ricerca in Discipline semiotiche all’Università di Bologna e Istituto Italiano di Scienze Umane, e conduce ricerche sulle modalità di conservazione della street-art, sul capitale narrative nelle organizzazioni complesse, sui generi discorsivi nei social media e sulla diversità culturale. Si occupa di comunicazione digitale e consulenza strategica per agenzie e organizzazioni a livello internazionale.

[top]
 Sara Saleri

dottore di ricerca in Semiotica, ha avuto una borsa di ricerca post-dottorale presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell'Università di Bologna.
email: sara.saleri(;-)gmail.com

[top]
 Gino Scatasta

professore associato e docente di Letteratura Inglese presso la facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell'Università di Bologna. Autore a partire dagli anni '80 di numerosissimi saggi, articoli, recensioni, si è occupato tra l'altro di letteratura irlandese, argomento su cui ha tenuto una serie di seminari. Ha tradotto dall'inglese saggi, narrativa, poesia e fumetti per diverse case editrici, tra cui Bompiani, Mondadori, Il Mulino, Einaudi e Adelphi.
email: gino.scatasta(;-)unibo.it

[top]
 Valeria Scavone

architetto, paesaggista e ricercatore in Urbanistica (ICAR21) presso la facoltà di Architettura di Palermo. Svolge attività di Ricerca presso il Dipartimento di Architettura (ex DCT), nella sezione Città, Territorio e Paesaggio, occupandosi di tematiche geografico-territoriali, da un lato, e di riqualificazione urbana e recupero dei centri storici, dall'altro. Svolge attività didattica, con il suo corso di Urbanistica I, presso il corso di Laurea Specialistica in Architettura sede di Agrigento, e attività didattica sperimentale presso la sede di Palermo. E' autrice di pubblicazioni, monografie e contributi in volumi collettanei o in atti di convegni nazionali e internazionali.

[top]
 Caterina Schiavon

dirige la Divisione Sociosemiotica all’interno del Dipartimento Qualitativo di Ipsos Italia, uno dei più importanti istituti di ricerche di mercato a livello internazionale. Specializzata in ricerche semio-antropologiche sul settore alimentare, è impegnata sia in analisi ad hoc che in studi di scenario.
email: caterina.schiavon(;-)ipsos.it

[top]
 Simona Segre Reinach

antropologa culturale, fa parte del Board of Advisors della rivista “Fashion Theory: The Journal of Dress, Body & Culture”, Berg, Oxford. Tra le sue pubblicazioni: “Mode in Italy. Una lettura antropologica” (Guerini 1999), “Moda. Un’introduzione” (Laterza 2005), “Orientalismi. La moda nel mercato globale. Manuale di sociologia, comunicazione e cultura della moda” (Meltemi, 2006), “Milan the City of Prêt-à-Porter in a world of fast fashion” in C. Breward e D. Gilbert, a cura, “Fashion World’s Cities” (Berg 2006). Ha scritto la voce “Moda” per il Dizionario del Novecento a cura di Umberto Eco e la voce “Pratiche del consumo di moda” per l’Enciclopedia della moda Treccani (Treccani 2005). Tra le sue aree di ricerca, le nuove culture della moda (fast fashion) e le relazioni imprenditoriali tra Italia e Cina.Insegna alla Iulm di Milano e Iuav di Venezia (corso di Laurea in Design della moda, sede di Treviso).
email: simona.segre(;-)gmail.com

[top]
 Daria Sitkareva

frequenta l’Università Statale Linguistica d’Irkutsk, dove studia la lingua, la letteratura e la cultura spagnola, inglese, italiana. Si interessa ai simboli e al significato gestuale. Il lavoro "Dalla Russia ai paesi occidentali: l’impulso all´emigrazione" è pubblicato per gentile concessione dell’Associazione Italia – Russie di Pordenone (http://digilander.libero.it/italiarussie/).

[top]
 Elisa Soncini

dottore di ricerca in Comunicazione e Nuove Tecnologie presso la Libera Università IULM di Milano.
email: elisasoncini(;-)libero.it

[top]
 Paolo Sorrentino

dal 2010 svolge attività di ricerca e di docenza presso il Dipartimento di comunicazione e ricerca sociale della Sapienza -Università di Roma, dove nel 2014 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Scienze della Comunicazione specializzandosi nell'analisi della comunicazione on-line e off-line in rapporto ai processi di costruzione dell'identità. A partire dallo stesso anno insegna come docente di semiotica, comunicazione e marketing presso l'Accademia di Costume e Moda di Roma.
email: paolo.sorrentino25(;-)gmail.com

[top]
 Lucio Spaziante

dottore di ricerca in Semiotica presso l’Università di Bologna, ricercatore ed assegnista di ricerca. Si occupa di semiotica dei media e di culture musicali giovanili. E’ stato docente di Semiotica presso l'Università di Ferrara e di Analisi dei linguaggi musicali giovanili presso l'Università di Bologna.
email: spaziant(;-)dsc.unibo.it

[top]
 Marco Teti

laureato in DAMS presso l’Università di Bologna e dottore di ricerca in Modelli, linguaggi e tradizioni nella cultura occidentale (curriculum: arti performative - cinema) presso l’Università di Ferrara. Ha collaborato con la cattedra di Realizzazione di un prodotto audiovisivo dell’Università di Ferrara e con la Cineteca della Calabria. E’ collaboratore di “Annali di Lettere – Rivista on line dell’Università di Ferrara”, redattore di “Gorgòn – Rivista di cultura polimorfa”, direttore artistico del festival internazionale di videoarte The Scientist e co-fondatore dell’Associazione culturale Ludica, che si occupa delle pratiche ludiche legate, in particolar modo, ai nuovi media. Un suo esteso saggio è di recente apparso sulla testata giornalistica on line “Noema. Tecnologie & società”.

[top]
 Julian Thiburce

il est doctorant en sciences du langage à l’Université Lumière Lyon 2 / ED 484 3LA (Lettres, Langues, Linguistique et Arts) et fait partie du Laboratoire ICAR (UMR 5191) - ENS Site Descartes.

[top]
 Elisa Tosi Brandi

assegnista di ricerca in Storia del costume e della moda presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna, sede di Rimini. Si è occupata del rapporto tra abbigliamento e società attraverso l’edizione di fonti notarili e legislative di area malatestiana, alla quale ha dedicato gran parte delle sue ricerche. Da alcuni anni studia la produzione pubblicitaria di moda dell’artista di origine riminese René Gruau.
email: elisa(;-)tosibrandi.it

[top]
 Stefano Traini

professore ordinario di Filosofia e teoria dei linguaggi, è Preside della Facoltà di Scienze della comunicazione dell’Università degli Studi di Teramo, dove insegna Semiotica e Semiotica del testo e dove coordina anche il Laboratorio di scrittura in lingua italiana. Ha insegnato presso le Università di Bologna, Modena e Reggio Emilia, Milano (IULM); presso l'ISIA di Firenze; presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione (sede di Roma). Ha svolto ricerche e consulenze per SACIS, Fiat, Fondazione della Cassa di Risparmio di Ferrara, Fondazione Sigma-tau, Mediaset e altre aziende. Ha pubblicato saggi e articoli di semiotica e sulla didattica della scrittura. Ha pubblicato per Bompiani “La connotazione” (2001), “Le due vie della semiotica. Teorie strutturali e interpretative” (2006) e “Le basi della semiotica” (2013).
email: straini(;-)unite.it
web: http://traini.comunite.it

[top]
 Greta Travagliati

laureata nel 2007 presso l'Università di Bologna con una tesi in Semiotica Interpretativa, ha proseguito i suoi studi all’Università Paris I Panthéon La Sorbonne, con un dottorato inerente all’analisi del valore dell’esperienza estetica nella cultura contemporanea.
email: greta.travagliati(;-)gmail.com

[top]
 Matteo Treleani

dottore di ricerca presso l'Institut national de l'audiovisuel e a l'Université Paris Diderot, si occupa di semiotica dei nuovi media e dell'audiovisivo applicati ai problemi degli archivi digitali. Laureato presso l'Università di Bologna, dal 2007 è membro del comitato di selezione del Festival International Jean Rouch.
email: matteo.treleani(;-)gmail.com

[top]
 Amedeo Trezza

laureato nel 2004 in Filosofia, è da marzo 2008 Dottore di Ricerca in Teoria delle Lingue e del Liguaggio presso l'Università Orientale di Napoli. Collabora dal 2005 come Cultore della Materia con il prof. A. Martone alla cattedra di Semiotica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Orientale. Si occupa di semiotica del testo e del paesaggio e di tradizioni popolari (musicali e religiose) del Sud Italia.
email: amedeo.trezza(;-)email.it

[top]
 Simone Tronconi

ha conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Siena con la tesi: “La famiglia in pubblicità. Analisi semiotica della famiglia italiana: dalla lezione di Barilla agli spot di oggi”, e la laurea Specialistica in Discipline Semiotiche presso l’Università di Bologna con la tesi: “Semiotica e creatività pubblicitaria. Analisi e gestione del processo creativo in pubblicità”. Ha avuto alcune esperienze professionali in agenzie pubblicitarie: stage copywriter presso Bates Firenze, collaborazioni con Ginevra s.r.l., partecipazione a premio Tp del Mediterraneo.
email: simone.tronconi(;-)libero.it

[top]
 Fabrizio Trotti

laureato in Scienze della Comunicazione nel 2004 con una tesi in Semiotica del testo dal titolo: "Comunicare un film. Trailer e altri mezzi audiovisivi di promozione del testo filmico". Appassionato di pubblicità e cinema, dopo alcune esperienze professionali nel settore della comunicazione, ha recentemente contribuito alla fondazione di un'agenzia integrata (KtCN Soc. Coop.), all'interno della quale si occupa di pubbliche relazioni e di organizzazione di eventi.
email: trotti(;-)dsc.unibo.it

[top]
 Marta Valenti

laureata in Scienze della comunicazione e discipline semiotiche presso l’Università di Bologna. Attualmente collabora con il mensile “Altroconsumo”.

[top]
 William Vastarella


[top]
 Christelle Verger de Oliveira

collabora con il laboratoire CeReS (Centre de Recherche Sémiotique) dell’ Università di Limoges (Francia), presso cui svolge attività didattica e di ricerca (dottorato in Cognition, Comportement, Langage).
email: hristelle.de-oliveira.aff(;-)unilim.fr

[top]
 François Emmanuel Vigneau

architect (DPLG) and PhD in geography and territorial development. Maître de conférences associé à l’Université de Versailles – Saint-Quentin-en-Yvelines. Chercheur associé au Laboratoire Interdisciplinaire, Solidarités, Sociétés, Territoires – Centre interdisciplinaire d’études urbaines (LISST-Cieu) Unité mixte de recherche 5193 CNRS – Université de Toulouse II – Le Mirail. Chargé de mission au Bureau des équipements sportifs du ministère des sports. Secrétaire général adjoint de la Fédération française d’Athlétisme. He works at the french Ministry of sports (office of sports facilities) and teaches at the University of Versailles-Saint Quentin en Yvelines. He is the author of several books on the architecture of sports facilities.

[top]
 Chiara Vigo

laureata in Scienze della Comunicazione con il Prof. Umberto Eco presso l'Università di Bologna e dottore di ricerca in Scienze delle Arti presso l'Università di Venezia. Si occupa di connessioni tra arte, cucina e vino e collabora con l'associazione nazionale Go Wine dedicata al mondo del vino.
email: vigoch(;-)libero.it

[top]
 Anna Milena Vinci

laureata in Scienze della Comunicazione, indirizzo istituzionale e d’impresa, presso l’Università degli Studi di Palermo. Dal giugno 2004 è Responsabile di Comunicazione e Marketing presso Play Horse Farm ad Alviano (Terni).
email: vicmil(;-)tiscali.it

[top]
 Silvia Viti

è laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Siena e nel 2009 consegue la laurea magistrale in Discipline Semiotiche presso l’Università di Bologna con una tesi di Semiotica della percezione sui codici espressivi dell’arte contemporanea, dalla performance alla video art, dal titolo “Al di qua del quadro, nelle pieghe dell’evento”. Nel 2015 consegue il titolo di dottore di ricerca in semiotica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e l'Università di Limoges con un progetto di ricerca dedicato alle pratiche artistiche di risemantizzazione dello spazio urbano. Si occupa di arte e spazio urbano  ma anche di spazi urbani senz’arte allo scopo di far dialogare i diversi sviluppi della semiotica postgreimasiana, nello specifico l’etnosemiotica di Francesco Marsciani e la sociosemiotica delle interazioni di Eric Landowski. Dal 2017 collabora con l'Università di Modena e Reggio Emilia in qualità di esercitatrice per i corsi di Comunicazione Visiva e Semiotica dei Media del prof. Federico Montanari. Fuori all'Accademia è si occupa di marketing semiotico e strategic planning.

[top]
 Alexandra Volegova

membro dell’Accademia statale di architettura e pittura a Ekaterinburg (Russia).
email: alexva(;-)r66.ru

[top]
 Ugo Volli

professore ordinario di Semiotica del testo e Sociosemiotica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Torino, dove è stato anche presidente del Corso di laurea specialistico in Comunicazione di Massa e Multimediale, direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca sulla Comunicazione e delegato del rettore per la comunicazione d'ateneo. E' stato professore presso l'ISTA (International School of Theatre Anthropology), la New York University, la Columbia University, l'Haute Ecole en Sciences Sociales di Parigi, il Brooklyn College, l'Universidad Nacional di Lima, l'Universidad Nacional di Bogotà, l'Università di Genéve, l'Universidad de Madrid. Scrive in diversi quotidiani e settimanali, ha una ricca esperienza radiofonica e televisiva con Rai e Fininvest e ha lavorato a lungo nell'editoria libraria. Ha numerose esperienze di consulenza, formazione e collaborazione con alcune fra le maggiori aziende italiane e internazionali (De Beers, Fininvest, Fiat, Ferrero, Telecom Italia, Siemens…).
email: ugo.volli(;-)unito.it

[top]
 Roberto Zancan

PhD, he is the head curator of Inside the Academy Program of the BE OPEN Foundation. He has been the Deputy Editor of Domus and Professor of History and Theory of Environmental Design at UQAM University of Montreal. Founder of the zD6 multimedia office, he has written Corrispondenze: Teorie e storie dal landscape. He participated to the 14. International Architecture Exhibition La Biennale di Venezia, in the section Monditalia, with the research “Urbs Oblivionalis. Urban Spaces and Terrorism in Italy” (Elena Pirazzoli, Roberto Zancan 2014).

[top]
 Andrea Zannin

laureato in Scienze della Comunicazione all'Università di Bologna con una tesi in Semiotica del Testo focalizzata su casi di analisi del mix di comunicazione e sui nodi teorico-metodologici della semiotica della pubblicità e del marketing (Premio Sandra Cavicchioli 2003), dottore di ricerca presso il Dipartimento di Discipline della Comunicazione (Unibo), è specializzato in semiotica del marketing comunicazionale e svolge attività didattica a contratto presso le Università di Bologna, Milano-Statale, Milano-Bocconi. Unisce al lavoro accademico un'intensa attività di ricerca e consulenza presso i principali istituti di ricerche di mercato italiani. Per Demoskopea Spa è il responsabile delle ricerche semiotiche su concept, packaging e comunicazione pubblicitaria.
email: andrea.zannin(;-)gmail.com

[top]
 Salvatore Zingale

ricercatore presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, dove insegna Semiotica del progetto alla Facoltà del design. Direttore editoriale della rivista “Ergonomia”. Testi semiotici: Segni sui corpi e sugli oggetti (ed. insieme a M.A. Bonfantini, Moretti&Vitali, 1999); Come inventare e progettare alla maniera di Poe (insieme a M.A. Bonfantini, G. Proni, M.T. Terenzi, Moretti Honegger, 2003); La semiotica e le arti utili in undici dialoghi (Moretti Honegger, 2005); Sussidiario di semiotica in dieci lezioni e duecento immagini (insieme a M.A. Bonfantini e J. Bramati, ATì Editore, 2007). È autore dei volumi "Gioco, dialogo, design" (ATì Editore, 2009) e di "Interpretazione e progetto. semiotica dell'inventiva" (FrancoAngeli, 2012).
email: salvatore.zingale(;-)polimi.it
web: http://www.salvatorezingale.it

[top]
 Alessandro Zinna

Alessandro Zinna è professore di Semiotica all'Université Le Mirail di Tolosa. Tra le sue recenti pubblicazioni, Le interfacce degli oggetti di scrittura, Roma: Meltemi, 2004 e Les objets au quotidien, Pulim: Limoges, 2005 (con J. Fontanille).

[top]
 Cristina Zorzella Cappi

insegna Filosofia del linguaggio all’Università degli Studi di Padova ed è vicepresidente del Circolo Glossematico di Padova. Ha pubblicato diverse opere sui temi della filosofia del linguaggio e della semiotica.
email: cristina.zorzella(;-)teletu.it

[top]



Collaborazioni

Ocula accoglie volentieri i contributi non solo di studiosi e ricercatori, ma anche di studenti e professionisti. Per conoscere quali sono le modalità di collaborazione segui questo link.
Chiunque collabora con Ocula (in quanto membro del Comitato scientifico, componente della Redazione, Revisore o Collaboratore) è tenuto al rispetto del Codice etico della rivista.






Ocula- Occhio semiotico sui media      torna indietro  stampa[top]